Il mio bio

Il mio bio    

 

 

Ciao a tutti! Eccoci qui a parlare di un argomento che negli ultimi anni ha influenzato il mio modo di pensare, di comprare e di mangiare.. e mi ha fatto conoscere realtà nuove e interessantissime.

In questa rubrica parleremo di cosa si intende per biologico, di come cercare i prodotti bio, di chi ne parla, di chi produce e di chi vende … con una particolare attenzione a cereali, legumi, verdure e spezie ormai poco utilizzati nella nostra alimentazione ma che riscopriremo man mano insieme e magari prepareremo anche qualche ricetta!

… ovviamente c’è spazio per qualsiasi vostra curiosità!orto-biologico_particolare

Prima di tutto vorrei in breve spiegare cosa si intende per prodotto biologico.

Il termine ” biologico indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette solo l’impiego di sostanze naturali, escludendo l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi, pesticidi, antibiotici, ormoni …), il tutto viene certificato da Enti Autorizzati che dopo aver effettuato rigidi controlli danno il loro benestare , di conseguenza solo gli operatori che superano positivamente tali controlli possono avere la certificazione biologica e apporre sull’etichetta dei loro prodotti il logo  .

Le Aziende Agricole che non hanno la certificazione biologica ma coltivano seguendo  i principi dell’agricoltura biologica i loro prodotti,  fanno parte di una diversa classificazione sono prodotti naturali.

Non son qui a dire a nessuno cosa è meglio comprare e mangiare, vorrei solo dare un po’ di consapevolezza in più … per noi e per la salute dei nostri figli. Almeno ci proviamo!

Vediamo in breve cosa si intende per agricoltura… giusto per avere le idee un po’ più chiare del perché ci interessa o perché ci dovrebbe interessare l’argomento.

Nell’ agricoltura biologica si usano fertilizzanti naturali come il letame opportunamente compostato, altre sostanze organiche e sovesci ,  cioè incorporazioni nel terreno di piante seminate appositamente, come trifoglio o senape.

coltivazii_bio_certosa_di_paviaSi sviluppa un modello di produzione che non sfrutta eccessivamente le risorse naturali, in particolare del suolo, dell’acqua e dell’aria.

Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle   malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate, come:

– la rotazione delle colture;
– la piantumazione di siepi ed alberi che danno ospitalità ai predatori naturali dei parassiti e fungono da barriera fisica a possibili inquinamenti esterni;

-la consociazione ovvero coltivando in parallelo piante sgradite l’una ai parassiti dell’altra.

Lo sapevate che il basilico migliora il gusto e lo sviluppo dei pomodori e respinge mosche e
zanzare?! E che la camomilla è ottima per migliorare quello di cavoli e di cipolle?!

Meglio di concimi e insetticidi chimici…  basterebbe solo un po’ di attenzione e di ricerca in più per capire che ci sono sempre strade diverse da intraprendere per ottenere dei risultati, magari anche migliori di quelli standard, almeno per la qualità!

A presto Chiara Ski

chiaraski_trompe_loil_paviaMi presento… sono Chiara, mamma, pittrice e cameriera con tanti hobby, come la cucina.
Amo ricercare prodotti il più possibile naturali e nutrienti per me e la mia famiglia..
cibi, bevande, creme e detersivi, insomma tutto quello che usiamo quotidianamente.
Mi sto sempre di più interessando al mondo del biologico e del naturale,
cercando la via per una vita un po’ più sana e consapevole! seguimi su Facebook 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.